Il cambiamento del gioco d’azzardo online

Il Presidente dell’esecutivo, Enrico Letta, alla fine del 2013 aveva annunciato un intervento del Governo al fine di stilare un piano di azione specifico nel settore del mondo del gioco d’azzardo: quindi, un cambiamento ci sarà, bisognerà vedere se con miglioramenti effettivi o peggioramenti (il che ci sembra oltre modo impossibile). Il 2014 si presenta come un anno di svolta per il gioco pubblico e “qualsiasi cosa” verrà fatta sarà meglio dello stato “di stand by” in cui l’intero comparto del gioco lecito si trova in questo preciso momento, ivi compreso lo “stato di salute” di tutti gli operatori di mercato…. che non sanno veramente più a che “santo votarsi” data la assenza di iniziative ed una chiara programmazione da parte del nostro Governo che hanno pervaso tutto il 2013! Il settore del gioco è fermo, immobile in attesa di una soluzione che possa “dipanare” questa annosa matassa che non ha portato nulla di buono se non un messaggio che arriva inesorabile ai cittadini: ove c’è gioco d’azzardo esiste disagio sociale dilagante….

Chiaramente il cambiamento auspicato porterà sicurezza, certezza e programmazione nel futuro economico del settore poiché ora gli operatori e le imprese del gioco legale non sanno se e come si potranno comportare nel territorio dove hanno iniziato e finanziato le loro attività: devono sapere se la loro attività continuerà oppure se le Amministrazioni e gli Enti locali decideranno che non è più possibile: il cambiamento che il “gioco” desidera è la chiarezza. Solo con questo elemento sarà “buona vita” per tutti, imprenditori, consumatori, Erario. Chi deve capire capisca.