Il gioco d’azzardo legale in emilia romagna

Più volte, recentemente, abbiamo asserito che i dati relativi al gioco d’azzardo non rispecchiano realmente l’effettiva situazione che investe il nostro territorio: a volte “passano informazioni” non veritiere che hanno il solo scopo di allarmare i cittadini e far prendere iniziative “ostative” nei confronti delle attività del gioco già esistenti o da iniziare.

As.Tro, associazione ben nota nel mondo del gioco legale, afferma che la legge regionale dell’Emilia Romagna è il primo ed unico vero progetto concretizzato per analizzare realmente l’impatto del settore del gioco lecito sul territorio e per “svelare” ai cittadini un’obbiettiva e concreta risposta dalla quale poi partire per eventuali futuri interventi necessari per migliorare le normative già in essere o per proporne eventualmente di diverse.

Il progetto della legge regionale dell’Emilia Romagna ha preso le distanze da tutte quelle ideologie benpensanti di tante altre Regioni, sopratutto della Liguria, ed ha adottato tre importanti prese di posizione: primo la tutela del territorio e dei propri cittadini che implica una seria e dettagliata opera di monitoraggio ed acquisizione di dati, secondo l’approccio con un’industria, come quella del gioco lecito, che è legale ed autorizzata e quindi va “rispettata” come qualsiasi altra industria e bilanciamento tra interessi economici degli operatori e pubbliche necessità, terzo l’affermazione di un orientamento dell’Assemblea Regionale nei confronti dell’attuale normativa nazionale. Queste tre semplici prese di posizione denotano obiettività, equilibrio, responsabilità, cultura economica: chissà se qualche altra Regione si vorrà accodare ed essere semplicemente più obiettiva nei confronti del gioco, quello legale ovviamente.